ramontittoni

Mi chiamo, Ramon Tittoni, sono un creativo sognatore, con la passione, per il design, la fotografia e l'arte in generale.
Il peggior nemico della creatività è il buon gusto.

Volevo fare l’artista

8 ottobre 2015 - Creatività, News - , ,

E alla fine ho fatto il grafico

Tempo fa mi sono ritrovato a leggere un libro scritto da Francesco Bonami e pubblicato da Mondadori Electa, intitolato Mamma voglio fare l’artista, istruzioni per evitare delusioni, dove mi sono rivisto appieno.

Sin da quando ero un bambino il mio sogno era quello di fare l’artista, con idee molto confuse sull’argomento, ma la mie attidtudine era quella. Sono sempre stato definito “quello strano”,
la matematica era un territorio a me sconosciuto e ostico, quindi ho scartato sin da subito l’idea dello scienziato, il tempo lo passavo disegnando, quando tornavo da scuola non avevo compiti ma solo disegni, almeno questo era quello che raccontavo a mia madre, anche se non c’è mai cascata :/.

Ero strano, ero un bambino che giocava a calcio, ma voleva giocare in porta, quale bambino vorrebbe giocare in porta? Ho sempre visto il portiere come una figura a parte nel pallone, un uomo solo, dove un suo intervento può decidere le sorti di una partita, solo lui a difendere l’ultimo passo tra gioia e amarezza. Io ero quel piccolo uomo sovrastato da una porta per me enorme. Nel tempo la mia passione ha avuto alti e bassi, per un periodo l’ho lasciata chiusa nel cassetto, cercando vie più “normali” come molti mi suggerivano.
“Ma vuoi fare l’artista nella vita?” mi dicevano “lascia stare, non porterai mai il pane a casa, trova un posto sicuro, cerca in fabbrica”, sinceramente ho provato tutto nella vita ma ho la sfiga di avere questa attitudine. Sfiga perché è gioia e dolore, ovviamente oggi non mi reputo un artista né tanto meno aspiro più a quello, col tempo diventi più realista, ma non puoi fare a meno di guardare il mondo con occhi diversi, ti resta lo sguardo curioso di quel bambino che portava solo disegni a casa, osservi tutto, sembri sempre con la testa tra le nuvole. Devi solo capire come trasformare la passione in lavoro, studi, ti informi e cresci. Non sarò mai un artista, oggi sono un grafico, amo quello che faccio, nonostante tutte le difficoltà, le persone che ti dicevano “sei strano, trova un lavoro serio” oggi sono i clienti che ti chiedono loghi giganti, siti web che LORO hanno fatto con wix, poster con milioni di informazioni e loghi rigorosamente giganti, e chi più ne ha più ne metta. Ecco oggi sono un grafico, ma se chiedete a mia nonna cosa faccio vi dirà “boh fa i volantini”.

0 Comments
Di la tua

Lascia un commento